26Dec

Il MEI utile occasione di confronto fra i Sindacati e le Associazioni del settore delle Attività Musicali

Il MEI utile occasione di confronto fra i Sindacati e le Associazioni del settore delle Attività Musicali
Al centro del dibattito la positiva volontà per un percorso di comune proposizione sui progetti di legge per lo spettacolo dal vivo, la previdenza in sala d’incisione e sul CCNL

Il MEI 2008 di Faenza è stata una importante occasione di confronto sulle tematiche dello spettacolo dal vivo, perchè nei diversi incontri in programma, ai quali sono intervenute personalità della politica, delle associazioni e dello spettacolo, le Associazioni presenti nel Coordinamento Nazionale degli Amici della Musica, sono intervenute con i propri rappresentanti, partecipando in modo costruttivo e propositivo.

A tal riguardo, nel pomeriggio del 30 u.s., si è svolto un importante dibattito tra le organizzazioni sindacali Siam-Cgil e Fistel-Cisl (la Uilcom non era presente perchè impossibilitata a causa di altri impegni), ed i rappresentanti delle Associazioni del settore delle attività musicali e di spettacolo (Arci, AudioCoop, Unasp-Acli, Cos, Diritto alla Musica, Sos Musicisti, Aiat, UnioneArtisti e altre Associazioni che hanno fornito delega), dal quale è scaturito un impegno comune per avviare una serie di incontri al fine di avanzare proposte condivise sulla legge di riforma dello spettacolo dal vivo.

Si è convenuto, inoltre, di svolgere un apposito negoziato con l’obiettivo di giungere ad un contratto collettivo di lavoro per gli artisti e, infine, di condividere una ipotesi comune da sottoporre al Ministero del Lavoro, in merito ai contributi Enpals da versare per le prestazioni dei cantanti in sala d’incisione. Su queste tematiche si è stabilito di promuovere un successivo incontro da tenersi entro la metà di dicembre.

Il Coordinamento Nazionale degli Amici della Musica, esprime il proprio apprezzamento per questa edizione del MEI, poichè rappresenta uno dei pochi appuntamenti annuali dove condividere delle positive esperienze professionali e associative. E’ una tappa obbligata e una opportunità a disposizione di tutti gli operatori del settore, ai quali offre una vetrina di rilievo nazionale.

Roma, 2 Dicembre 2008